Select Page

In questo articolo parleremo della vista in pianta di un ambiente e quindi di come arredare il pavimento (prima parte)

Introduzione

Una buona progettazione di interni utilizza quattro differenti viste per realizzare i suoi ambienti.

La vista in pianta, che si sviluppa su più livelli pavimento, tappeti e arredi.

I prospetti, che si sviluppano in verticale e devono tener conto di diversi aspetti tecnici, come prese e serramenti.

Il cielo o soffitto, che chiude la scatola dell’ambiente ed è estremamente importante soprattutto per il progetto delle luci e degli impianti.

Ed infine la vista d’insieme, che unisce in armonia tutte le altre viste.

Arredare il pavimento con i materiali

In un ambiente, iI materiale del rivestimento del pavimento, esprime una grande differenza nella percezione dell’ambiente stesso.

Pensiamo, per esempio, ad un ambiente per uffici il cui pavimento è in legno. Quando entriamo ci sentiamo in un ambiente accogliente, caldo, ricco di storia e cultura. Sarebbe un pavimento adatto ad un ufficio legale o di un commercialista.

Pensiamo ora di entrare in un ambiente per uffici con il pavimento grigio chiaro, magari galleggiante. L’impressione è quella di un ambiente più freddo, essenziale, adatto a lavori tecnici, di progettazione o di ricerca.

Arredare il pavimento con i materiali

Arredare il pavimento scegliendo con cura il materiale più adeguato può quindi farci provare sensazioni diverse.

Bisogna tenere conto di diversi fattori nella scelta del materiale per il rivestimento dei nostri ambienti.

Per prima cosa la funzione dello spazio. A seconda se è un bagno, una camera, un soggiorno, una sala da ballo o un ufficio, avrò a disposizione diversi materiali che hanno le caratteristiche corrette per quell’ambiente. Per esempio, la facilità di pulizia, piuttosto che la sua “resistenza” al contatto con l’acqua, strofinamenti, sole, piuttosto che alla sua ruvidità, e via di seguito.

Una volta eseguita questa prima, ma essenziale, scrematura si può passare alla scelta del colore.

Sul colore di come arredare il pavimento con coscienza, il mio suggerimento, è quello di utilizzare SEMPRE colori neutri e chiari. E’ meglio utilizzare una base chiara per poi giocare con colori altrove, dove è meno dispendioso poi la sostituzione, quando ci si stanca di quel colore. Per esempio si può aggiungere poi il colore sulle pareti, come puoi leggere in questo articolo.

Nel Feng Shui la scelta del materiale da utilizzare è molto importante e determina il flusso di una particolare energia. Se sei interessato a saperne di più guarda anche questo articolo sui 5 elementi del Feng Shui.

Arredare il pavimento per suscitare emozionii
Arredare il pavimento per suscitare emozioni 2

Arredare il pavimento con le forme

Nel paragrafo precedente abbiamo fatto una prima scrematura per individuare il rivestimento migliore per un dato ambiente e per il colore/materiale.

Ora focalizziamoci sulla forma.

La forma nell’arredare il pavimento la troviamo in due occasioni: il formato della piastrella o listello e la posa.

Per quanto riguarda il formato della piastrella, ormai diverse case prevedono diverse tipologie di formati per lo stesso materiale e colore: stretto e lungo, quadrato, a lastroni, e via di seguito.

 Per quanto riguarda la posa delle piastrelle, il come vengono accostate una all’altra può comunicare diverse sensazioni e informazioni.

Arredare il pavimento con le forme

Pensiamo ad un listello di gres simile al legno posato in un corridoio. Questo sarà un tipo di piastrella stretta e lunga che  potrei posarla almeno in due modi diversi. Se posassi i listelli con il lato lungo parallelo al muro lungo del corridoi, la percezione che si avrebbe sarebbe quella di un lungo corridoio. Questo potrebbe essere utile in ambienti espositivi o per entrate in locali di grande effetto. Se invece posassi le piastrelle con il lato corto parallelo al muro lungo del corridoio, questo ultimo sembrerebbe come più corto.

La posa può anche indirizzare la direzione del nostro sguardo su un particolare dell’ambiente, magari “nascondendone” uno meno gradevole.

Per quanto riguarda le pavimentazioni di uffici o negozi, la disposizione delle piastrelle può anche comunicare una posizione, un percorso specifico o camminamento da seguire, indirizzando il cliente dove meglio ci interessa.

Arredare il pavimento con le resine

Concludendo, ci sono anche rivestimenti che non hanno alcuna forma ne per quanto riguarda il formato ne per quanto riguarda la direzione di posa: le resine. Un pavimento in resina può essere utile per la pulizia, per rendere più omogeneo un pavimento ed un ambiente, per dare un tono creativo a particolari ambienti annegando gigantografie o effetti di colori particolari (es. effetto acqua in un bagno o in piscina).

Attenzione però, un ottimo risultato per un pavimento in resina richiede un ottimo artigiano specializzato.

Arredare il pavimento con la resina

Non perderti la seconda parte dell'articolo

scopri di più su come arredare le pareti con le decorazioni e i mobili